Microcelebrity case history #2 MIRKOJAX

Ed eccoci alla seconda case history dedicata alle microcelebrità della rete, e YouTube in particolare. Dopo Magibon torniamo in Italia, anzi non proprio, parliamo infatti di Mirkojax italiano emigrato negli USA dove ora risiede e da dove ci aggiorna con video quotidiani.

Mirko è un grafico (principalmente webdesigner ma anche fotografo), simpaticamente “pazzoide” e con una parlata caratteristica. La sua “intuizione” risale all’uscita del primo iPhone, il giorno stesso in cui sul mercato americano si diffuse l’ultima mania telefonica (da noi sarebbe arrivato ufficialmente un anno dopo) Mirko decide di fare un video, ovviamente in italiano e ironico sull’unboxing del telefonino ‘gioiello’.

Poi il “successo”: quel video oggi conta circa 50.000 visite, siamo quindi su numeri diversi da quelli della bella Magibon il cui successo è planetario. Mirko è un fenomeno più ristretto ma quotidiano per appassionati di Apple e grafica (ma anche di cucina), non disdegna regalare aiuti così come non ha paura a rispondere a domande di ogni genere (specialmente su come muovere i primi passi negl USA) nei suoi famosi video “Risposte ai lettori”.

La particolarità, oltre alla frequenza e alla durata (mediamente sui 10 minuti!) dei video con cui ci informa sul sua vita d’oltreoceano è la totale familiarità con gli spettatori, la trasparenza e assenza di “filtri” nel comunicare, suo punto di forza che gli ha permesso di avere migliaia di iscritti. Attraverso i suoi videolog ci ha fatto vivere il suo cambio di casa, il suo posto di lavoro, abbiamo fatto spesa nei drugstore di Jacksonville (città in cui abita), così come conosciamo il gatto, il giardino, i suoi genitori in viaggio negli USA.. e con lui abbiamo vissuto una sua ‘quasi’ storia d’amore, come in una involontaria soap opera.

Vi consigliamo assolutamente il suo canale /mirkojax se siete: fan sfegatati della Apple, se volete andare a vivere in America… e se amate le invenzioni di McGyver. Ultima curiosità, i vari oggetti tecnologici come l’iPhone o PS3 a cui non sa resistere, li chiama “ciuski“, nome che ha poi dato anche al suo gatto.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin