Interessante collaborazione Facebook Nintendo

Insolito modello di partnership tra Facebook e Nintendo per promuovere il prossimo Super Mario ovvero Super Mario Maker. Questo atteso titolo per la console Wii U sarà sia un consueto gioco di Super Mario ma nel contempo sarà anche uneditor ovvero un’applicazione che permette di creare da zero (o partendo da una base) i livelli in cui giocare con i famosi personaggi Nintendo: Mario, Yoshi, Luigi… Ci si potrà poi sbizzarrire cospargendo gli ambienti di elementi che derivano dalle diverse “ere” della mascot Nintendo: dai caratteristici “tubi” del primo “pixellato” Mario del NES ai nemici più tondeggianti e tridimensionali visti recentemente sulla Wii.

screenshot Super Mario Maker

Grazie alla totale libertà nella creazione degli schemi si potrà paradossalmente inventare livelli senza neanche un nemico e un ostacolo… ma, superfluo dirlo, gli “hardcore gamer” non vedono in realtà l’ora di cimentarsi in livelli con difficoltà al limite dell’infernale, possibili da superare solo con riflessi ed esperienza (e pazienza) notevoli.

Ed ecco che entra in scena Facebook, ovvero uno dei luoghi che forse più si lega alla creatività nell’immaginario collettivo di questi tempi. Il vivaio di giovani “cervelli” è stato scelto da Nintendo per pubblicizzare ulteriormente il gioco in un modo originale: facendo sviluppare i livelli di Super Mario Maker proprio ai dipendenti del famoso social media, livelli che molto probabilmente compariranno nel gioco (o saranno disponibili come DLC). Chissà che non si possa guidare Mario in uno schema addirittura “designed by Mark Zuckerberg”.

La domanda che da un punto di vista marketing possiamo porci è: la collaborazione si riduce al fatto che Nintendo guadagni un buzz inedito relativo al gioco e Facebook fidelizzazione al brand o andrà oltre ad esempio nel portare presto su Wii U e 3DS un’app Facebook fino ad ora mancante? Vedremo…

In questa pagina ci sono alcuni tweet dall’account ufficiale di Krysta Yang (volto noto di Nintendo of America) che ha visitato proprio gli studi del colosso di Zuckerberg dove molti si stanno appunto dilettando nella progettazione di schemi di Super Mario che andranno poi a realizzare con il gioco vero e proprio.

Nota finale un po’ triste, il gioco è stato fortemente voluto per festeggiare il 30° anniversario dell’icona dei videogiochi dal cappellino rosso da Satoru Iwata, CEO Nintendo recentemente scomparso.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin